Ultime Notizie

LA TRISTE CONDIZIONE DEI DOCENTI NEL TEMPO DEL CORONAVIRUS

3.387

Pervengono alla nostra redazione molte lamentele di numerosissimi docenti i quali, nonostante le attività didattiche siano sospese, il dpcm del 9 marzo 2020, in violazione dei contratti collettivi nazionali del 2016/18 e 2006/09, obbliga i docenti a lavorare da remoto senza, peraltro, aver fornito loro una idonea preparazione all’uso dei videocollegamenti digitali. I docenti, inoltre, fanno presente che l’uso di tali dispositivi dovrebbe essere oggetto di contrattazione sindacale: avendo la ministra Azzolina obbligato tutti i dirigenti ad organizzare percorsi disciplinari per gli studenti, da alcuni giorni questi ultimi sono sottoposti ad un vero e proprio stress-lavoro correlato, poichè sono costretti a lavorare quasi h24, per interagire con tutti gli studenti. E’ per questa ragione che i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda hanno chiesto con urgenza al ministro Azzolina il ritiro della nota prot.388 del 17/03/2020″ Emergenza sanitaria di nuovo Coronavirus. Prime indicazioni operative per le attività di didattica a distanza”.Nella speranza che i docenti tutti possano essere esauditi nella loro richiesta, la redazione si impegna a condividere ogni forma di lotta degli stessi.

Dott.Massimo Mazzetti

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.