Ultime Notizie

” LA SETTIMANA DELLA MAFIA ” – DI VALTER MARCONE

0

Redazione- Da lunedì 16 gennaio giorno in cui è stato arrestato il latitante Matteo Messina Denaro a sabato 21 gennaio corrono cinque giorni. Appena una settimana. In questi pochissimi giorni notizie, analisi,storie , narrazioni , dato e fatti del fenomeno mafioso, come non mai, hanno riempito pagine e pagine di giornali, notiziari tivvù, dibattiti nei talk show e hanno dato vita ad un carosello di opinioni, idee, discussioni sui social. Tanto che ad un marziano che fosse arrivato sulla Terra in questi giorni sarebbe sembrato interessante ed adeguato il dibattito su un fenomeno criminale che da secoli caratterizza la vita di alcune regioni del nostro paese e da ultimo sembra interessare con le sue infiltrazioni l’intero territorio “nazionale”, come si usa dire oggi.

Un dibattito e un interesse che fa supporre un costante interesse, cosa che però non è, e che suggerirebbe di riservare appunto alla mafia una settimana di incontri, discussioni, rievocfazioni e approfondimenti. Insomma istituire la “ settimana della mafia”.

In verità quasi subito dopo la notizia dell’arrestato la premier Giorgia Meloni recatasi a Palermo ha proposto di dedicare il 16 gennaio di ogni anno come giorno dedicato alla lotta alla mafia

Una nuova ricorrenza certamente in buona compagnia in quanto deputati e senatori di questa legislatura a conduzione governo Meloni ce l’hanno messa tutta per istituire nuove ricorrenze anche se sono stati battuti da deputati e senatori della precedente legislatura ( hanno però ancora un tempo illimitato forse cinque anni per rivalersi ) che nell’anno 2020 ha fatto registrare numerose proposte , alcune delle quali a dir poco curiose .

Nell’attuale legislatura iniziata da appena pochi mesi già dal mese di novembre le proposte di legge tra cui anche quella della istituzione di nuove ricorrenze erano seicento. Il loro destino : per la maggior parte finire nel cassetto, ovvero su un binario morto. Un parcheggio per così dire di sicurezza rispetto alla pletora dei temi e degli argomenti che spesso più che affrontare e risolvere problemi ne creano

Mentre va ricordato che nella scorsa legislatura solo l’1,1% delle circa 5.550 proposte concepite da “onorevoli” e senatori” si è trasformato in legge dello Stato ,quindi tutte le altre decadute a fine legislatura, riassumiamo così la situazione attuale . Capofila delle proposte il progetto di legge per superare la legge Fornero sulle pensioni e aprire la strada a Quota 41 ad iniziativa di Claudio Durigon, neo-sottosegretario leghista al Lavoro. A seguire provvedimenti ecco appunto che potrebbero lasciare il tempo che trovano come : dall’istituzione dei santuari dell’acqua potabile e dalla promozione della “mototerapia” fino all’esecuzione di “Bella ciao” nelle cerimonie del 25 aprile.

Il senatore Maurizio Gasparri di FI. ha già riproposto il provvedimento per riconoscere la capacità giuridica del feto fin dal concepimento, e ha aggiunto una proposta per ripristinare la festività nazionale del 4 Novembre, giornata dedicata alle forze armate in memoria della vittoria della Grande Guerra.

A differenza delle giornate mondiali, che sono uguali in tutto il mondo, le giornate nazionali variano da paese a paese. Nella maggior parte dei casi si tratta, infatti, di date volte a celebrare ricorrenze, eventi o traguardi che abbiano valore per una specifica nazione. Quanto a chi stabilisce le giornate nazionali, generalmente sono istituite da enti governativi o associazioni di categorie.

Quali sono, allora, le principali giornate nazionali italiane 2022 ( 1 )Nella nota riporto tutte le festività nazionali del 2022 . Molte sono come da calendario religioso, altre sono legate a convenzioni e ricorrenze stabilite a livello quasi mondiale. Ce ne sono alcune curiose e qualcuna anche da destare perplessità. Per esempio la giornata nazionale della Bandiera il 7 gennaio, la giornata nazionale degli stati vegetativi il 9 febbraio , la giornata nazionale del gatto l’11 febbraio : Giornata nazionale dei disturbi del comportamento alimentare (nota anche come Giornata del “fiocchetto lilla”), una ricorrenza dedicata alla sensibilizzazione su argomenti riguardanti l’alimentazione e anoressia e bulimia per esempio 15 marzo Giornata nazionale del sollievo (ultima domenica di maggio) 29 maggio – Non viene più ricordata la festa della Conciliazione tra Stato e Chiesa e viene reintrodotta la festa dell’albero.

Certo il record di proposte strane è sicuramente dell’anno 2020 che sarà ricordato come un anno straordinario per Montecitorio e Palazzo Madama: da un lato, con il referendum di settembre il taglio dei parlamentari, dall’altro lato, l’emergenza coronavirus ha portato diverse novità nell’organizzazione delle Camere, nonché un’ ulteriore riduzione dei loro margini di intervento rispetto alle decisioni del governo. Nonostante questo, deputati e senatori hanno continuato a presentare le loro proposte di legge, che in molti casi aspettano di essere assegnate a qualche commissione o di essere esaminate. Tra le proposte più originali troviamo il disegno di legge costituzionale, a prima firma del leghista Manuel Vescovi,  presentato in Senato lo scorso 4 luglio. L’idea è molto semplice: trasformare l’Italia in un vero e proprio Stato federale, chiamato «Stati Uniti d’Italia».il disegno di legge di Antonio De Poli dell’Unione di centro che chiede di inserire il Veneto tra le regioni a statuto speciale. Secondo un’altra proposta di legge della deputata di Forza Italia Giusi Bartolozzi, invece, nello statuto della Regione Sicilia – che norma l’autonomia della regione – andrebbe inserito il seguente articolo 38-bis: «Lo Stato riconosce gli svantaggi derivanti dalla condizione di insularità della Regione e garantisce le misure e gli interventi conseguenti per assicurare la piena fruizione dei diritti di cittadinanza dei cittadini residenti nella Regione». Una frase abbastanza vaga, che contiene però la richiesta di maggiore attenzione da parte del governo centrale nei confronti dell’isola. Una proposta di legge,  presentata inizio novembre alla Camera dal deputato leghista Jacopo Morrone ( eletto in Emilia-Romagna), chiede che la Repubblica italiana riconosca la canzone Romagna mia «quale espressione popolare dei valori fondanti della nascita e dello sviluppo della Repubblica». Una proposta di legge di fine settembre 2020 chiede invece che come «patrimonio storico e artistico della nazione» sia riconosciuta la Canzone del Piave, una delle canzoni patriottiche più famose del nostro Paese, dedicata alla prima guerra mondiale. Un altro filone sulle proposte di legge più curiose di questo 2020 riguarda la richiesta, da un lato, di ripristinare festività nazionali oggi non più in vigore, e dall’altro, di istituire giornate nazionali sui temi più disparati.almeno cinque proposte di legge in Parlamento, provenienti nel 2020 da diversi partiti politici, che chiedono di reintrodurre la festività nazionale del 4 novembre, data nel 1918 dell’ armistizio di Villa Giusti, con la fine della prima guerra mondiale. ben quattro proposte di legge chiedono  l’introduzione della “Giornata nazionale delle vittime degli errori giudiziari”. In uno dei testi, a prima firma dell’ex ministra Maria Elena Boschi (Italia viva) si chiede di celebrare questa giornata il 17 giugno, in memoria dell’ingiusto arresto del conduttore televisivo Enzo Tortora , avvenuto nel 1983. alcuni senatori della Lega hanno chiesto di celebrare il 7 ottobre la “Giornata di commemorazione della battaglia di Lepanto quale evento simbolo della difesa della cultura e dell’identità cristiana in Europa” la deputata di Forza Italia Elvira Savino ha presentato una proposta di legge con un obiettivo molto concreto: «contrastare il fenomeno del bullismo» in tutte le scuole del Paese. Come? Attraverso l’insegnamento agli alunni delle arti marziali e delle tecniche di difesa personale.

Per l’attuale governo la presentazione di nuove ricorrenze anche come l’istituzione di giornate di riflessione su questa o quella vicenda da segnare sul calendario appunto come ricorrenza , rappresenta un operoso darsi da fare in un contesto in cui il governo assicura due grandi comparti della vita del nostro paese e quindi della sua politica: la barra dritta in materia di finanziaria facendo per questo un ottimo lavoro perchè l’alternativa sarebbe quella di andare a sbattere e di far scapicollare questo paese ( ma già il governo Draghi ne aveva anticipato l’architettura e la struttura) e il rispetto della tradizionale alleanza atlantica che anche in questo caso è importante di fronte ad un aggressore la Russia che invade l’Ucraina. Anche se qualcuno all’interno dell’alleanza atlantica solleciterebbe un ruolo più incisivo da parte dell’Europa e non solo andare a rimorchio invarie circostanze. Ma le medaglie hanno sempre due facce.

Assicurato questi due aspetti della vita nazionale che rimane da fare ad un governo dalle fughe in avanti e dai passi indietro come in questi mesi ha dimostrato il tira e molla su alcuni provvedimenti prima presi in tutta serietà e poi in parte sconfessati con un ritorno all’indietro . Rimangono forse le festività da istituire o proposte di leggi stravaganti, e parlo per il momento di proposte . Ma quello che sembra un giudizio potrà essere smentito dai fatti , anche perchè il cammino è lungo e la coalizione di centro destra giura di restare al governo per l’intera legislatura. Si vedrà.

Il ministro dell’agricoltura e della “sovranità alimentare” Francesco Lollobrigida al congresso Copagri del 9 novembre 2022 ha giudicato “criminale” l’idea che “sui piatti dei nostri figli ci siano bistecche realizzate in laboratorio.” Lo stesso ha poi rincarato la dose in un question time al Senato qualche giorno dopo, riferendosi alla notizia che la Food and Drug Administration per la prima volta ha approvato il pollo coltivato in laboratorio da una startup. Ovviamente, ci vorrà ancora molto tempo—si parla di un decennio—per arrivare a una distribuzione di massa; ma per Lollobrigida è una cosa che succederà praticamente domani. E dunque, ha detto in aula, “garantisco che finché saremo al governo sulle tavole degli italiani non arriveranno cibi creati in laboratorio.” A proposito di aumenti, il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano—ex direttore del TG2, che all’epoca del governo gialloverde aveva trasformato in un organo di propaganda degno della Corea del Nord —ha annunciato un incremento del prezzo di mostre e musei a causa degli attivisti climatici , che nelle ultime settimane hanno compiuto varie azioni contro quadri e opere d’arte. Per rimanere in tema di priorità, la Lega ha presentato nei giorni scorsi un disegno di legge che prevede un bonus per i matrimoni—ma solo quelli celebrati in chiesa.

L’agevolazione consiste in una detrazione d’imposta fino al 20 percento su varie voci di spesa legate ai matrimoni, tra cui catering, bomboniere e servizi fotografici. I beneficiari di questo bonus sono le coppie con meno di 35 anni e con meno di 23mila euro di Isee. ( 2)

Tra le ricorrenze proposte c’è quella da osservare il 17 marzo, ovvero il giorno della proclamazione del Regno d’Italia avvenuta nel 1861. La proposta arriva da Ignazio La Russa che ha fatto riferimento a questa possibilità nel suo primo discorso da presidente del Senato.

Liliana Segre, parlando poco prima di La Russa da presidente provvisorio del Senato, aveva detto che “le grandi nazioni dimostrano di essere tali anche riconoscendosi coralmente nelle festività civili, ritrovandosi affratellate attorno alle ricorrenze scolpite nel grande libro della storia patria. Perché -si era chiesta – non dovrebbe essere così anche per il popolo italiano? Perché mai dovrebbero essere vissute come date ‘divisive’, anziché con autentico spirito repubblicano, il 25 Aprile festa della Liberazione, il 1° Maggio festa del lavoro, il 2 Giugno festa della Repubblica?”.

La settimana dopo l’arresto di Messina Denaro ha visto un tripudio di interesse sul problema della mafia di cui non se ne parla quasi mai anzi si dice che il fenomeno mafioso non esiste. Quelle esternazioni soprattutto sui social ma anche dai comportamenti bizzarri come quello di un signore vestito nello stesso modo di Matteo Messina Denaro che nel giorno dell’arresto si presenta a fare la spesa ad un supermercato. Esaminando queste esternazioni si desume che le posizioni dimostrano come in Italia non ci sia mai la possibilità di considerare seriamente un problema, un fatto, un avvenimento una cosa seria da considerare e che tutto poi finisce allo stesso modo, a volte in burletta e a volte ahimè in tragedia . A volte in gran cagnara, a volte in “buriana” che come dice la spiegazione di un lessico on line sta per chiasso, baldoria; trambusto, scompiglio; sommossa, con un esempio letterario Vasco Pratolini in Cronache di poveri amanti scrive : “in via del Corno, anche se a volte c’è buriana, ci vogliamo tutti bene”. Ed è forse questa il finale anche per le questioni italiane .Chissà. In realtà poi, malgrado le diverse opinioni e i cosiddetti leoni da tastiera,malgrado qualche volta gli insulti noi italiani per certe questioni “ ci vogliamo tutti bene”

Ecco perchè viene voglia di proporre di istituire una nuova ricorrenza che dovrebbe appunto durare una settimana dal 16 al 22 gennaio di ogni anno : la settimana della mafia. Per quello che si è visto in questa settimana : la retorica e l’enfasi della politica da una parte, i post dei social che vanno dal listino prezzi dei capi di abbigliamento trovati nel covo di Messina Denaro , alla foto del gabibo dove si pensava fosse nascosto il ricercato. Tutte queste esternazioni insieme forse anche a qualche ragionamento serio potrebbero dar vita ad un “ festival” per la settimana in questione, lasciando poi molto alla fantasia degli italiani che molto spesso batte la realtà

Va detto e su questo voglio soffermarmi un attimo seriamente ( è solo una proposta di riflessione se volete ) che appunto tra la retorica, l’enfasi della politica e i post dei social c’è di mezzo la realtà che fa paura agli italiani e che in questo modo pensano di esorcizzarla. Una realtà che propone loro comunque una distorsione che è quella delle promesse elettorali o comunque delle promesse della politica alle quali vogliono spasmodicamente credere perchè ne hanno un estremo bisogno. Solo che purtroppo il meccanismo è simile a quello della dipendenza dalle sostanze stupefacenti. Purtroppo ogni volta serve una dose maggiore per ottenere lo sballo fino alla overdose. Con il risultato di una opinione pubblica stremata dai giochi di parole e dai problemi reali. In questo caso ci troviamo di fronte, nell’immaginario collettivo “ il boss della porta accanto” dove scontrini del supermercato e appropriazione di una identità altrui sono la sintesi di mafia, massoneria e antistato tutto messo in bell’ordine ma tutto intrecciato fortemente in gangli di potere . Quello che passa è il messaggio che la “mafia è la mafia” ,un qualcosa di sospeso e quindi accettabile. Mentre la mafia è tutt’altro. E non c’è solo la mafia della Sicilia ma ogni regione ha la sua mafia intesa come infiltrazione e come lunga mano di affari molti dei quali oggi, in una situazione di stagnazione, riguardano solo il settore pubblico con la conseguente corruzione. Non a caso negli ultimi tempi sono stati sciolte amministrazioni comunali proprio per infiltrazioni o per voto di scambio . Una mafia che può contare anche su un altro fenomeno quello dell’appoggio della cosiddetta “borghesia mafiosa “ che fa le sue fortune attorno proprio alla mafia fornendo in vario modo i suoi servizi. Il giudice Falcone spiegava che la mafia può contare su alcune categorie di collaboratori e fiancheggiatori e ci mette anche la categoria dei “ cantori”. E oggi purtroppo i cantori sono impegnati a non cantare la mafia ovvero, nella narrazione che ne fanno a non far capire che cosa è veramente la mafia . Ed è tutta una “realtà” all’italiana.

( 1 ) calendario 2022 delle festività e delle giornate nazionali italiane)?

7 gennaioGiornata nazionale della Bandiera
17 gennaio: Giornata nazionale del dialetto
27 gennaio: Giornata della Memoria (abbattimento dei cancelli di Auschwitz)

9 febbraio: Giornata nazionale degli stati vegetativi
21 febbraio: Giornata nazionale del Braille
11 febbraio: Giornata nazionale del gatto

1° marzo: Martedì grasso (Carnevale)
15 marzo: Giornata nazionale dei disturbi del comportamento alimentare (nota anche come Giornata del “fiocchetto lilla”), una ricorrenza dedicata alla sensibilizzazione su argomenti riguardanti l’alimentazione e anoressia e bulimia per esempio
18 marzo: Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di coronavirus
19 marzo: Festa del papà

21 marzo: Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie
21 marzo
: Giornata della prevenzione oncologica (ogni prima domenica di primavera)
24 marzo: Giornata nazionale per la promozione della lettura
25 marzo: Dantedì, la Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri

27 marzo: Giornata nazionale del teatro

4 aprile: Giornata nazionale della persona con lesione al midollo spinale
11 Aprile: Giornata nazionale del mare
17 aprile: Pasqua

18 aprile: Lunedì dell’Angelo o lunedì in Albis
25 aprile: Festa della liberazione

1° maggio: Festa del lavoro
5 maggio: Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia
8 maggio: Festa della mamma

15 maggio: Giornata nazionale del malato oncologico (ogni terza domenica di maggio)
29 maggio: Giornata nazionale del sollievo (ultima domenica di maggio)

2 giugno: Festa della Repubblica
5 giugno: Giornata nazionale dello sport (prima domenica di giugno)
6 giugno: Giornata nazionale per la donazione del sangue (celebrata anche l’ultima domenica di maggio)
14 giugno: Giornata nazionale dell’innovazione (secondo martedì di giugno)

8 agosto: Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo
10 agosto: San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti
15 agosto: Ferragosto

2 ottobre: Festa dei nonni
6 ottobre: Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche (prima domenica di ottobre)
4 ottobre: Giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse
13 ottobre: Giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro (seconda domenica di ottobre)
12 ottobre: Giornata nazionale di Cristoforo Colombo

1° novembre: Tutti i Santi
2 novembre: Commemorazione dei defunti
4 novembre: Festa dell’unità nazionale e delle forze armate
21 novembre: Giornata nazionale degli alberi  o Festa dell’albero
22 novembre: Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole

8 dicembre: Immacolata concezione
16 dicembre: Giornata nazionale dello spazio
25 dicembre: Natale

(2)https://www.vice.com/it/article/93avwa/governo-meloni-news-primo-mese

Commenti

commenti