Ultime Notizie

” CATERINA DE’ MEDICI, REGINA PER UNA PROFEZIA ” DOTT.RE FERNANDO GUARINO

0

Caterina de’ Medici Regina per una profezia

Firenze 23 aprile 1519 Blois 7 gennaio 1589

Caterina, appartenente alla potente famiglia dei Medici signori di Firenze, figlia di Lorenzo de’ Medici duca di Urbino , aveva da poco compiuto i quattordici anni quando fu data in sposa a Enrico d’Orleans figlio secondogenito di Francesco I re di Francia. Il matrimonio fu combinato dal Papa Clemente VII, zio di Caterina, e da Francesco I desideroso di stringere nuove alleanze e di riconquistare le regioni d’Italia perse contro Carlo V d’Asburgo. I primi anni alla Corte di Francia Caterina dovette subire con grande pazienza e spirito di sopportazione lo strapotere di Diana di Poitiers amante del marito. Per circa undici anni Caterina , nonostante gli sforzi e le cure di vario genere praticate , non era riuscita ad avere figli e sembra che Diana, donna ambiziosa e senza scrupoli, sia stata proprio lei a spingere Enrico II a metterla ripetutamente incinta per tenerla lontana dai luoghi di comando… Dopo il primo figlio Caterina ne sfornò altri nove! Il regno di Francia , durante la guida di Enrico II ( 1547 -1559 ) e anche successivamente fu attraversato da cospirazioni e la politica del re fu fortemente condizionata dalle trame di Diana, la vera dominatrice della Corte Reale . In quel periodo in tutta Europa la Chiesa Cattolica e quella Protestante alimentarono gli istinti più bassi e vili trasformando gli uomini in fanatici, in belve assetate di sangue.

Nel 1559 , dopo la tragica morte del marito Enrico II, trafitto da una lancia spezzata in una Gara Cavalleresca (evento nefasto profetizzato dal famoso astrologo Nostradamus ) Caterina fu proclamata Reggente, essendo i figli tutti minorenni, e da quel momento si dedicò a salvaguardare gli interessi dei suoi figli ma anche a cercare di unire un paese dilaniato dalle sanguinose guerre di religione . Caterina portò il lutto per tutta la vita e con questa scelta di austerità intendeva ricordare a tutti il suo doppio ruolo di vedova e madre di Re. Di fatto come Regina Madre , attraverso i suoi tre figli succedutisi sul trono di Francia (Francesco II:1559-1560, Carlo IX:1560-1574, Enrico III:1574-1589) governò la Francia per un trentennio circa.

Caterina, subito dopo la nomina di Regina Reggente, in effetti tentò la riconciliazione tra cattolici e protestanti concedendo agli ugonotti, con la pace di Amboise, la libertà religiosa che era stata soppressa dai precedenti editti di Enrico II. Ma il clima politico , ormai esacerbato dalle continue lotte e dagli orrori, culminò con la strage della notte di San Bartolomeo.

Notte di San Bartolomeo

Il massacro ebbe inizio nella notte tra il 23 e il 24 agosto 1572. La responsabilità di questo eccidio ( si calcola che ci furono circa 20.000 vittime a Parigi e provincia ) ricadde subito su Caterina, anche se successivamente , secondo alcuni storici , non è da escludere che l’autore della strage sia stato il giovane re Carlo IX che intendeva discostarsi dall’influenza della madre e dalla sua politica di tolleranza con i protestanti.

M O R T E di Caterina

Caterina ,sempre molto superstiziosa, aveva interpellato gli astrologi circa la propria morte che le avevano consigliato di tenersi alla larga da Saint-Germain . Lei pensando che si potesse trattare di un paese vicino Parigi o della Chiesa Saint-Germain era andata a vivere nello splendido castello di Blois sulla Loira. Nel Natale 1588 il figlio Enrico III fece assassinare a tradimento a Blois, proprio sopra l’appartamento della Regina, il duca di Guisa, capo della fazione cattolica, mandando all’aria il decennale e delicato lavoro diplomatico di Caterina. Fu un colpo durissimo anche per una donna “ di ferro “ come lei. Alcuni giorni dopo, sentendo approssimarsi la fine, Caterina fece chiamare un prete per confessarsi e al suo capezzale arrivò un giovane prete di nome , manco a dirlo,Saint Germain…

Leggenda nera di Caterina dei Medici

La personalità, la figura di Caterina è stata sempre legata ad una leggenda nera. La tradizione popolare ne ha fatto di lei l’incarnazione della spietatezza, del machiavellismo e del dispotismo. Quali sono le cause di questo giudizio tanto negativo? Prima di tutto i Francesi non potevano sopportare che il loro paese venisse governato da una donna straniera, una donna italiana adepta del “ machiavellismo”. Una donna che per preservare il potere fu accusata di ricorrere ai mezzi più estremi : veleni, trappole con l’aiuto di assassini tenuti a suo servizio. Certamente la strage della notte di San Bartolomeo peserà moltissimo nell’alimentare la fama di donna spietata e sanguinaria.

Caterina e l’astrologia

Sicuramente alla sua immagine non ha giovato l’amicizia con maghi e astrologi . Sono stati accertati gli incontri con Nostradamus e le sue profezie.. Caterina inoltre si fece costruire a Parigi la “ Colonna Astrologica “, una torre alta 141 metri , di tre metri di diametro, con una scala interna di 147 scalini, dove lei si recava a guardare il cielo con l’astrologo Cosimo Ruggieri.

Caterina e lo Specchio magico

Molto singolare anche la vicenda dello Specchio magico. Si racconta che Caterina, traumatizzata dalla profezia , purtroppo avveratasi, di Nostradamus sulla tragica morte del marito e sui gravi pericoli a cui sarebbe andata incontro la sua famiglia , abbia consultato un astrologo italiano chiedendogli quanti anni avrebbero vissuto i vari figli. Chiusa in una stanza, seduta con le spalle alla porta, si dice che avrebbe visto attraverso uno specchio entrare uno per volta i tre figli ognuno dei quali avrebbe compiuto un numero di giri corrispondenti agli anni di governo : Francesco II uno, Carlo IX quattordici, Enrico III quindici…

R I A B I L I TA Z I O N E FI G U R A di C A T E R I N A

L’ opinione popolare tradizionalmente negativa nei confronti di Caterina de’ Medici fu certamente fu alimentata anche dagli storici dell’epoca avversi alla dinastia dei Valois. La sua figura però in seguito è stata riabilitata dagli storici moderni che ne hanno apprezzato la saggia azione politica in momento tanto complesso e difficile per L’Europa attraversato dalle guerre di religione. Caterina dei Medici fu donna molto intelligente ed equilibrata nel gestire i rapporti di corte e di potere, dotata di grande cultura e di sensibilità artistica . Oltre che di politica si occupò di arti, dotò la Francia di una biblioteca senza eguali, fece edificare una nuova ala del Louvre, dette inizio ai lavori del palazzo e dei giardini delle Tuileries. Introdusse alla Corte di Francia usi e costumi di grande raffinatezza e modernità.

Usi e costumi introdotti a Corte da Caterina

L’uso dei profumi in Francia sembra sia stato portato proprio da Caterina … Poiché lei usava dei profumi importati dalla città di Colonia in Germania quei primi profumi presero il nome di “ acqua di colonia “. Caterina proveniente dalla città di Firenze , culla del Rinascimento italiano, esportò in Francia la cultura, l’arte, la letteratura, lo stile, il lusso, le maniere eleganti delle corti italiane. Caterina , che amava molto cavalcare all’amazzone introdusse l ‘uso delle “mutande “ indumento sconosciuto all’epoca. Molto importante fu la sua influenza sulla cucina francese . Caterina infatti fece venire a Parigi cuochi da Firenze. Fu lei a dividere i cibi salati da quelli dolci e anche a istituire l’uso della forchetta perché i Francesi mangiavano ancora con le mani! Introdusse anche da Firenze la besciamella , nata in Toscana col nome di salsa colla o salsa bianca. Caterina ( come tutti gli appartenenti al segno del Toro ) aveva la fama di grande mangiatrice e spinta dal gusto per la buona tavola portò l’uso delle salse, delle rigaglie, dell’olio d’oliva, dei carciofi, dei piselli e anche il modo di cucinare i volatili all’arancio e tanti piatti che poi si imposero nella cucina internazionale . Insomma la cucina fiorentina influenzò in maniera notevole quella francese.

Caterina De’ Medici nata a Firenze il 23 Aprile 1559 ore 5,04

In questa Carta Natale la “ Dominante “ è costituita dalla forte posizione del Sole congiunto all’Ascendente e dall’asse Saturno-Capricorno opposto a Marte-Cancro in Casa IV. Il Sole in Toro congiunto all’Ascendente dona a Caterina grande forza fisica e resistenza che, insieme agli influssi del tenace Saturno, ne fanno una donna abile, concreta, riflessiva e amante della politica e del potere. Il suo motto era “pazienza, pazienza, pazienza “… e pazienza ne ha avuta veramente tanta…Per 25 anni, sposa di Enrico II, ha dovuto subire in silenzio la sottomissione di Diana di Poitiers , amante ufficiale del marito.La presenza di Marte dissonante in Casa IV , settore del Tema Natale che rappresenta tradizionalmente la famiglia e la patria, fa presagire che Caterina avrebbe avuto molti problemi e pericoli in famiglia e nel regno. Questa donna straniera, madre di molti bambini, rimasta vedova da “ Reggente “ riuscirà abilmente a governare per molti anni la Francia.

Commenti

commenti