Ultime Notizie

L’ITALIA FIGLIA DI DUE PAPINI: PCI-DC (I MERCOLEDI’ DELLA CULTURA)

0 5.125

Cari lettori,siamo lieti di annunciare che la nostra redazione ha pensato di “dar vita” ai “mercoledì della cultura”, ossia uno spazio dedicato agli articoli del Dott.Riccardo Romandini, psicologo e sociologo, di attualita’ e di riflessione, che permettano anche ai Signori lettori di  esprimere commenti ed opinioni sugli argomenti che saranno trattati.

Redazione- L’Italia dal dopo guerra fino alla caduta del muro di Berlino è stata contesa e sovvenzionata da due papini: USA e URSS. Le due superpotenze mondiali per 40 anni hanno cercato attraverso i partiti: PCI e DC di imporre la loro egemonia politica e ideologica sull’Italia con finanziamenti a pioggia, facendo a gara a chi erogava più risorse e garanzie, per assicurarsene il dominio e il controllo. L’Italia in quel periodo storico ha visto il suo massimo splendore sotto tutti gli aspetti, sociali ed economici. Ma dalla caduta del muro, il papino URSS è venuto a mancare e ha staccato la spina dei finanziamenti e della protezione ed è cominciata la crisi garantista, per cui rimasto solo il papino USA ha imposto il suo modello neoliberista non garantista, dove ogni individuo perde tutte le garanzie di protezione sociale e deve pedalare da solo con le proprie gambe. Gli italiani di oggi e di ieri non abituati a pedalare con le proprie gambe, dagli anni 90 in poi non hanno più beneficiato della protezione del modello URSS comunista rappresentati in Italia dal PC, RIFONDAZIONE COMUNISTA, ecc… dove tutto era garantito. La fortuna degli italiani vissuti in quel periodo non ha paragoni nella storia rispetto ad altri Paesi del mondo, in termini di garanzie e sicurezze ricevute.
Gli italiani di quel tempo hanno ottenuto il meglio dagli USA e dall’URSS.. Tutto questo però ha indebolito la spina dorsale del popolo italiano, da portarlo a diventare invertebrato e incapace di sopravvivere da solo e con le proprie forze, perché vissuto grazie a due padri.

Il papino USA sopravvissuto al papino URSS, in futuro farà dell’Italia e degli italiani quello che vorrà.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.