Ultime Notizie

” LE API……PENSIERI ” DI RENATO LEBAN

0

Le api…

Sono una società matriarcale ,

Dove regna una regina ed un ordine precostituito

Che noi uomini ci rifiuteremo di eseguire

Perché prevede l’eliminazione dei maschi.

Questi sono degli insetti imenotteri

Ne esistono quattro specie

Ma noi ne guarderemo solo la più famosa

Cioè la più nota che è la A domestica

La A melifera o melifica

Le api vivono in una società poliforme nelle arnie

Sono guidate da una femmina atta alla riproduzione ,

La regina e pochi maschi

Conosciuti come fuchi o pecchioni

E da migliaia di femmine sterili

Conosciute come le api operaie .

Le api operaie più giovani producono la c’era

E con essa costruiscono il favo

Nelle cui celle la Regina depone le uova.

Le api operaie nutrono e proteggono le larve e la Regina.

Le operaie più anziane si dedicano alla raccolta del polline

E del nettare detto anche miele

(Che secondo gli antichi Greci favoriva la fecondazione e quindi l’immortalità)

Alla nascita di una uova Regina

La vecchia va a fondare un’altra società.(un altro Alveare)

La Regina giovane compie con i maschi il volo nunziale

Avvenuta la fecondazione ,i maschi non vengono più nutriti

E quindi muoiono!

La Regina vive dai quattro ai cinque anni

Mentre le api operaie dalle cinque alle sei settimane.

Tutto ciò mi fa pensare a quelle comunità orientali

Che sono predisposte ai suicidi di massa,

E ciò anche se nelle api ciò segue un ordine naturale

E per questo motivo forse non c’è crudeltà in tutto ciò

Ma un destino preordinato da MadreNatura.

La società delle api è un continuo operare e produrre

Ma poi chi si serve del loro nettare?

Sono gli uomini e gli orsi che rubano il miele!

La figura di un ape e’ presa come un simbolo

Di efficenza ed operosità da comunità banche e persino chiese

Ma dimenticano la fine che fanno questi insetti .?

Io ho un profondo rispetto e amore per le api,

E per quello che fanno e mi rendo conto

Che senza il loro operato noi uomini

Avremmo la vita breve come loro

Quindi un grazie di cuore alle api operaie

E alla Regina che adempie il suo compito con dedizione.

Desidero aggiungere che ho un grande rispetto

Per queste piccole creature che sono anche così belle

Ed hanno una loro eleganza e sopratutto

Tanta utilità nel compito che hanno

Nell’impollinare i fiori

E produrre il miele

Commenti

commenti