Ultime Notizie

LA BEFANA SOCIALE INCLUSIVA (SECONDA ED ULTIMA PARTE)- DOTT.SSA CRISTINA DE LUCA

6.878

Redazione- Nella giornata dell’epifania si ricorda il giorno in cui i re magi seguirono la stella che li avrebbe portati al salvatore per offrirgli un dono. Da questo evento è possibile fare un parallelismo sociale: ognuno di noi dovrebbe considerarsi un dono irripetibile perché tutti abbiamo delle abilità da poter mettere a disposizione per realizzare noi stessi, per seguire i nostri desideri, ma è un modo per ricordare  che attraverso di esse possiamo renderci utili per il prossimo secondo la logica dell’utilitarismo di Jeremy Bentham secondo cui un’azione dell’uomo è utile quando non è usata solo per perseguire un interesse personale,ma quando tende a massimizzare la felicità del maggior numero di persone. In quest’ottica possiamo definire la rete sociale un ottimo esempio di utilitarismo, infatti  nella giornata del 6 gennaio 2020 l’ASC Atletica Vomano con Gabriele Di Giuseppe e la Dott.ssa Liliana Daddazio, la dottoressa Silvana Di Filippo operatrice del consultorio familiare di Silvi e la sociologa tirocinante Dott.ssa Cristina De Luca in collaborazione con altri operatori multidisciplinari ed interdisciplinari, volontari, tirocinanti, famiglie e ragazzi peer educators delle diverse associazioni tra le quali anche Protezione Civile e la Croce Rossa Italiana in occasione dell’epifania hanno incontrato la befana sociale dalla calza empatica presso la comunità alberghiera per anziani San Tommaso di Silvi, gestita dalla direttrice Gabriella Vernisi .  Ad aprire il pomeriggio è stata Laila Lanzone con le campane tibetane dell’Atletica Vomano, la protezione civile con Andrea Corneli, Adriana Chinni ed Erica Busone.

Protagonisti della giornata sono stati gli anziani ospiti della struttura con cui la befana sociale si è divertita a  rievocare e mantenere vive le tradizioni attraverso giochi, canti e balli in base alle possibilità individuali di ogni partecipante.

 L’incontro con la befana sociale è stato anche un modo per concludere la prima parte del progetto: “ La ritmica del sociale : vince chi perde nella staffetta della vita” promosso dal Consultorio Familiare di Silvi della ASL di Teramo e svoltosi sul territorio nelle diverse realtà locali e presso la comunità alberghiera per anziani San Tommaso in collaborazione con gli operatori,i volontari e i tirocinanti del consultorio familiare di Silvi dal 2 dicembre 2019 al 2 gennaio 2020 . La befana è stata coinvolta nella consegna dei premi e degli attestati per gratificare tutti rispetto ai contributi umani e professionali messi a disposizione per la realizzazione del progetto attraverso il quale si è rinnovata la compartecipazione tra sport e sociale per rafforzare la rete educativa nei contestuali laboratori della “mano della non violenza”.

Sono stati presenti: il Comune di Silvi con il delegato alle politiche della famiglia Bruno Valentini, il Direttore Artistico Dott.ssa Stella Chiavaroli, gli operatori volontari con paolo Di Luca, Cristina Tucci, Saturno Gabriel Di Marco, Rasa Kondrotaite, Mirko Cappelli, Rosella De Francesco, Simona Mihaela Ignat, Raffaella Casasanta e le interviste sulla Tv Streaming dell’Aquila della Dott.ssa Stella Chiavaroli  :

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=382158072615998&id=752947518176384 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=544509599479346&id=752947518176384

Al termine del progetto sono state consegnate a tutti una calza ricca di doni, un attestato di merito e una coppa “campioni di se stessi” offerta dalla ASC con l’impegno a proseguire le attività contenute nel progetto che s’impegna a dimostrare l’importanza della comunicazione trasversale, informare, formare e mantenere

la sinergia frutto di un lavoro di grande solidarietà sociale.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.