Ultime Notizie

“IDENTITA’ LIQUIDA, DISAGIO SOLIDO”, L’ULTIMO SAGGIO DI DARIO LEONE

7.257

 

“In questo mondo liquido l’identità sembra essere diventata una grande cassetta di attrezzi monouso e slegati tra loro. In meno di un anno il “cittadino globalizzato” può aver già cambiato molti lavori attraversando svariati ruoli sociali. Alla fine della sua esistenza sarà difficile capire chi e cosa sia stato per sé, per gli altri e per la defunta dimensione collettiva. Nella società liquida anche l’identità assume i connotati sfuggenti dell’assenza di significato. La sola solidità diventa il disagio che non è più una componente curabile e transitoria, ma un perno granitico della personalità ed un filtro comunicativo per ogni atteggiamento, comportamento e pensiero. La cura è la fedeltà ad un principio; la capacità di riconoscere se stessi e gli altri come vittime; la consapevolezza che sia possibile deragliare il treno che porta alla frammentazione dei rapporti sociali. Tale cura parte dall’idea di un mondo diverso. Idea espropriata dal sistema iper-mono- ideologico

 

del Capitalismo globalizzato.”

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.