Ultime Notizie

INTELLIGENCE & GUERRA FRA SPIE- LA LIBIA SI ALLONTANA?

6.886

Redazione- Chiediamo oggi al nostro esperto di Intelligence Francesco Macri’ una Sua analisi sulla sempre piu’ martoriata Libia.

<<Con grande piacere provo a formulare una mia opinione riguardo la spinosa vicenda Libica, che vede il nostro Paese perdere sempre piu’ il ruolo di Prestigio. In effetti dobbiamo assistere ad una  lenta ed  inesorabile  marcia indietro, perdendo quanto costruito in tanti anni di impegno e investimenti  su uno dei teatri piu’ complessi e pericolosi al mondo.  Avevamo addirittura il compito di rappresentare gli Stati Uniti, dopo aver ricevuto carta bianca da Washington sulla gestione libica, ma devo constatare che la politica estera targata M5S   ci sta’ sempre piu’ allontanando  dalla plancia di comando. Ed e’ bene sottolineare che proprio la nostra inconcludenza politica ha fatto entrare in gioco la Turchia che prepotentemente ha saputo assumere quel  ruolo strategico che era  di nostra competenza. Ma cosa stà veramente accadendo in Libia? Chi davvero ha forte potere decisionale sul terreno? E’ bene spiegare che quello a cui assistiamo  in Libia altro non e’ che una guerra fra 007 di diverse nazioni, che anche se appartenenti alla NATO giocano la propria partita  fuori da ogni regola. Gli interessi in gioco sono naturalmente molto alti, GAS e Petrolio in primis    ma anche la  posizione strategica che determina il controllo del  confine fra il mondo islamico e l’occidente. Ma chi sono in realta’ queste spie che giocano su  questo complicato tavolo? Come tutti sapete i belligeranti Libici che si contendono il potere sono due, AL SERRAJ da una parte che rappresenta  in teoria ( non in pratica) la forza riconosciuta e legittimata  dalle nazioni unite,  il Generale HAFTAR dall’ altra che conta  nelle sue file molti paesi arabi e non solo. Non solo, perche’ come prima dicevo, molti altri attori giocano un ruolo invisibile ma altrettanto incisivo quale la Francia e la Russia. Sulla Francia mi vorrei soffermare; è bene sapere che i servizi segreti francesi  sono fra i piu’ temibili al mondo, e a differenza di quelli italiani che svolgono principalmente un  ruolo informativo, gli 007 d’oltralpe sono molto piu’ come si suol  dire “borderline” …! E non dimentichiamo che questa loro fragile linea di  confine fra il legale e l’illegale ha provocato come tutti ben sapete le feroci rappresaglie terroristiche sul territorio francese. Un altro punto a nostro sfavore in tutta questa complicata matassa, sta nel fatto che  il nostro storico alleato, l’ America, e’ a ridosso delle elezioni presidenziali, e quindi distratto sulla politica estera, altrimenti la CIA ci avrebbe sicuramente supportati a pieno titolo. Certo e’ che il problema politico   purtroppo rimane, e non mi sembra affatto  che  la Farnesina possa svolgere quel ruolo di spessore nella politica estera oggi piu’ che mai determinante. Voglio ricordare a tutti, che quando le Procure italiane erano molto impegnate a rincorrere Ruby e le altre escort pur di rovesciare Silvio Berlusconi, un certo MU AMMAR GHEDDAFI aveva piazzato la sua tenda presso villa borghese, e proprio con il buon Silvio  formalizzava  accordi e contratti con le nostre aziende strategiche, caro DI MAIO!!  Speriamo che le tante forze sul campo libico si fronteggino  ancora quantomeno  fino alle nuove elezioni sia statunitensi che italiane per avere cosi degli interlocutori ( speriamo) piu’ elevati e rappresentativi nello scacchiere  internazionale, anche se devo ammettere l’unica  cosa che gioca ancora a nostro favore e’ la recente nomina del Generale Caravelli a capo  della nostra Intelligence cha sapra’ sicuramente gestire al meglio  questa complicata partita!>>.

GRAZIE MACRI’ !!

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito Web utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu lo accetti, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Leggi di più