Ultime Notizie

” IL QUADRO ASTRALE DI LEONARDO DA VINCI “- DOTT.RE FERNANDO GUARINO

0

Redazione-  Su Leonardo da Vinci artista ,scienziato e inventore di fama mondiale, sono stati scritti migliaia di articoli, saggi, libri riguardanti la sua vita e le sue opere : dipinti, disegni, modelli di macchine belliche e progettazioni di ingegneria idraulica. Cerchiamo di analizzare astrologicamente la Carta Natale di un personaggio di così alta levatura artistica e scientifica cercando di trovare aspetti ed elementi astrologici in grado di confermare la sua genialità ,la sua creatività, ma anche i lati del suo carattere e della sua personalità anche alla luce delle vicende personali e familiari che lo hanno coinvolto.

Biografia

Leonardo nacque il 23 Aprile 1452 ore 21,11 a Vinci un piccolo villaggio situato a metà via tra Firenze e Pisa. Lungo la strada che costeggia l’Arno si possono osservare le belle e selvagge formazioni rocciose delle montagne che circondano la vallata e che ispirarono l’Artista molti anni dopo, nel 1483 , quando dipinse a Milano “ La Vergine delle rocce “.

Nato illegittimo da Caterina, fantesca di campagna della famiglia di ser Piero notaio in Vinci, Leonardo convisse sempre con lei e anche quando si trasferì a Milano alla corte di Ludovico Sforza . La madre in effetti risulta seppellita al cimitero di Porta Vigentina . All’età di sedici anni si trasferì da Vinci a Firenze con tutta la famiglia e fu affidato alla bottega del Verrocchio dove vi rimase per otto anni e dove apprese l’arte del disegno, l’uso della prospettiva e lo studio dell’anatomia . La biografia del Vasari dice : “ Assai valse in mathematica et in prospettiva non meno, in disegno passò tutti gli altri, ma non colorì molte cose perché si dice mai a sé medesimo aver satisfatto . Eloquentissimo et raro sonatore di lira, fu valentissimo … in altri ghiribizzi, né mai con l’animo suo si quetava, ma sempre fabbricava cose nuove “ . Anche Bandello lo descrive come un ragazzo sempre vivace, in movimento, incostante … spesso tralasciava un lavoro preso da altre idee…per tornarvi subito dopo. Per questo modo di comportarsi, per il carattere incompiuto delle sue opere, per la sua perenne insoddisfazione e irresolutezza a mettere la parola fine nella realizzazione di un lavoro alcuni studiosi , Catani e Mazzarello , recentemente hanno ipotizzato che Leonardo potesse essere affetto da Sindrome ADHD ( deficit di attenzione/ iperattività). Sigmund Freud sul suo comportamento ludico e fanciullesco nel 1910 dice : “Il grande Leonardo, a ben vedere, rimase tutta la vita per più versi, infantile; si dice che tutti i grandi uomini conservano qualcosa di infantile. Continuò a giocare ancora in età adulta e anche per questo apparve talora inquietante ed incomprensibile agli occhi dei suoi contemporanei.”

Nell’ anno 1476 Leonardo fu accusato insieme ad altri quattro giovani fiorentini di “ Sodomia “ , di cui due di famiglia patrizia. Alla fine tutto si risolse con un semplice ammonimento. Però questa vicenda lo danneggiò dal momento che fu escluso dalla partecipazione ad una gara di giovani artisti indetta dal Vaticano. Sulla omosessualità di Leonardo se ne è molto discusso. In effetti non c’è stata convivenza con donne, non si è sposato nè ha avuto figli. A tal proposito anche Sigmund Freud nel 1910 ha scritto un saggio.

Freud analizzando un sogno ricorrente riferito da Leonardo stesso ( un nibbio che lo assale nella culla e lo percuote con la coda all’interno della bocca ) ravvisa elementi di natura omosessuale nell’artista causati molto probabilmente dalle continue liti tra la madre e la matrigna quando, alcuni anni dopo la nascita, Leonardo con la madre naturale fu accettato nella casa paterna.

Leonardo, che a Firenze aveva goduto della protezione di Lorenzo de’ Medici, raffinato umanista ed abile politico, fu inviato quale ambasciatore artistico nel 1982 a Milano alla corte di Ludovico Sforza detto il Moro .

Scrive il Vasari : “ Aveva trent’anni che da detto magnifico Lorenzo fu mandato al duca di Milano a presentagli una lira, che unico era in sonare tale exstrumento ”. Leonardo stupisce la corte suonando la sua lira d’argento e poi consegna una lettera in cui parla delle proprie competenze, non escluse quelle di ingegnere civile e di costruttore di macchine belliche. Rimase a Milano sedici anni . A questo periodo risalgono “ La Vergine delle rocce “ ( Louvre ), “ La dama con l’ermellino “ ( Cracovia ) ritratto della favorita di Ludovico Sforza , Cecilia Gallerani. Fra il 1495-1497 nasce una delle sue opere più famose , “ Il Cenacolo “ situato nel refettorio di Santa Maria delle Grazie.

Nel 1499 Ludovico il Moro fuggì da Milano , dopo l’invasione del ducato da parte dei francesi , e Leonardo intraprese una serie di viaggi e peregrinazioni ; si recò a Mantova, a Venezia e poi ritornò a Firenze. Qui gli venne commissionato un affresco per il salone di Palazzo Vecchio che rappresenta la Battaglia di Anghiari, in gara con Michelangelo che doveva affrescare nella parete opposta la Battaglia di Cascina. Il dipinto però è andato perduto. In questi anni iniziò anche il famosissimo ritratto della Gioconda, un dipinto a lui caro che portò con sé anche in Francia dove rimane tutt’oggi al museo del Louvre.

Nel 1516 accettò l’invito del re di Francia e si recò ad Amboise dove trascorse gli ultimi anni della vita e dove morì nel 1519.

Leonardo Anatomico

Il corpus dei disegni di Leonardo, composto di circa duecento fogli, è conservato nella Royal Library di Windsor. Sono disegni di grande interesse realizzati in un mirabile equilibrio fra arte e scienza. All’osservazione del corpo umano Leonardo si votò con una dedizione tanto straordinaria da suscitare l’ammirazione dei contemporanei. Nell’ inverno 1507 a Leonardo gli si offre la possibilità di approfondire le conoscenze anatomiche direttamente sul cadavere di un vecchio quasi centenario deceduto all’ospedale Santa Maria Nuova in Firenze. Da allora iniziò a praticare in modo sistematico le dissezioni cadaveriche dapprima sui muscoli, successivamente sulle ossa , sui nervi e sugli organi di riproduzione maschile e femminile. Sul cuore e sui polmoni utilizzò prevalentemente organi di animali.

Leonardo Scienziato

Animato da una potentissima sete di conoscenza sono stati tantissimi i campi, le materie di cui si è occupato Leonardo: dalla fisica alla meccanica, dalla fisiologia alla paleontologia, dalla costruzione di macchine belliche alla progettazione di strumenti in grado di permettere all’uomo di volare… Leonardo,seguendo l’esempio di Archimede , ritiene che ogni concezione tecnologica debba basarsi su rigorosi fondamenti scientifici. Facendo roteare una riga larga e sottile si accorse che il braccio si sollevava e immediatamente trasferì il principio della “ Vite d’acqua” di Archimede all’aria… e così giunse all’ invenzione dell’elicottero. Un vero genio !

Leonardo da Vinci 23 Aprile 1452 ore 21,11 Vinci

Toro Ascendente Sagittario

L’Ascendente Sagittario . Questi soggetti possiedono franchezza, cordialità, cortesia; sono sempre pronti ad abbracciare il mondo intero . Sono degli idealisti animati da un grande senso di giustizia e godono di molte simpatie .

Analizziamo singolarmente gli aspetti dei pianeti :

  • Sole nel segno del Toro e in Casa V : le persone con questa configurazione astrale desiderano essere circondate da rispetto ed ammirazione e i loro sforzi compiuti in tal senso generalmente vengono soddisfatti. Godono di grande prestigio presso personalità influenti da cui vengono incaricati di compiere missioni importanti .
  • Sole sestile a Giove : Ottima salute ed intensa vitalità. Amore della vita e fiducia nelle proprie capacità. Affabilità e generosità. Ottimismo. Ricchezza sul piano intellettuale
  • Luna congiunta a Giove : grandi possibilità di evoluzione spirituale e successi nella vita conformi all’evoluzione stessa. Concezione armoniosa di vita e forza d’attrazione. Popolarità.
  • Mercurio in Casa IV : Vita familiare irrequieta. Conflittualità con i fratelli.
  • Mercurio trigono a Plutone : abilità manuale e presenza di spirito. Gioia di vivere e affabilità. Grande forza di attrazione e di persuasione. Capacità intuitive psicologiche.
  • Venere quadrata a Marte : Il conflitto tra i due poli della sessualità maschile e femminile comporta frustrazioni affettive , sentimentali e sessuali . Possibile omosessualità.
  • Venere sestile a Urano: Vita affettiva originale,fuori dalle regole. Sicura propensione verso l’arte in tutte le sue espressioni : pittura, musica, teatro.
  • Venere trigono a Nettuno : sensibilità e creatività artistica. Chiaroveggenza.
  • Marte in Acquario: insofferenza ai legami , alle regole, alla routine. Spirito d’indipendenza. Sfavorevole al matrimonio.
  • Marte trigono a Saturno:Il braccio e la mente sono coordinati in un tutto armonico . grande forza fisica e resistenza.

La “ Dominante “ della Carta Natale di Leonardo da Vinci, uomo simbolo del Rinascimento Italiano, è sicuramente rappresentato da Nettuno, il pianeta dell’immaginazione,del sogno, dell’ispirazione è considerato una componente del genio in campo artistico e scientifico. Il pianeta, congiunto al Medium Coeli, domina questa Carta Natale essendo oltretutto Governatore della Luna e di Giove, posizionati nel segno dei Pesci, e Governatore anche dell’Ascendente in Sagittario . Nettuno è collegato in splendido aspetto di trigono ( 120 ° ) con Venere : i valori estetici e l’amore della bellezza , tipici di Venere e del segno del Toro, vengono rinforzati ed esaltati dalla sensibilità e dalla creatività nettuniana. In questo Tema Natale anche il pianeta Venere gioca un ruolo molto importante; legata a Nettuno, riceve anche un bel sestile (60°) da Urano, il pianeta della scienza , della tecnica e della abilità manuale; un aspetto quindi che ha sicuramente aiutato Leonardo nel progettare e inventare le famose “ machine “ del futuro!

Commenti

commenti