Ultime Notizie

“L’ARDIRE DI PEGASO” DI ALESSANDRA DELLA QUERCIA

11.379

Redazione-Il pensiero elevato e nobile è il cibo di cui si nutre chi vive di pane e straordinarie emozioni. Chi si accontenta di idee ritrite e stantie si sazia anche dell’inconsistente.Il pensiero, per volare in alto, deve necessariamente svincolarsi da inutili barriere mentali e aprirsi alla totalità dell’Oltre, senza farsi limitare o scoraggiare dai pregiudizi imperanti nella società.È solo allora che si può godere appieno dell’ineguagliabile bellezza del cielo.Questo è il concetto essenziale che ho cercato di esprimere nella mia poesia “L’ardire di Pegaso”.

L’ardire di Pegaso

Aspra e insidiosa

quella cima che hai dovuto scalare

ingoiando frammenti di pareti sfregiate

dall’indifferenza di folle intimorite

da un’anima diversa

osteggiata e sommersa

da condanne ingiuste

di una società non disposta

ad accogliere ciò che si distacca

dalla convenzione imposta.

A te non bastava una pelle normale.

Avevi bisogno di ali per poterti elevare.

Così hai deciso di volare

laddove gli altri nemmeno osano immaginare.

AUTRICE: Alessandra Della Quercia – Atri (Te)

Poesia segnalata nell’ambito della XXI Edizione della Selezione di Poesia “Giuseppe Porto”.

C:\Users\Alex\Desktop\PREMI POESIA\PREMIO GIUSEPPE PORTO 2018 - ALESSANDRA DELLA QUERCIA - L'ARDIRE DI PEGASO.jpg

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.