Ultime Notizie

LA LUDOPATIA, DAL PENSIERO MAGICO INFANTILE ALLE FALSE CREDENZE-DOTT.SSA ANTONELLA FORTUNA

0

PRESA IN CARICO E TRATTAMENTO

Redazione-Le interpretazioni magiche, le credenze sostengono il gap mentre il gambler vive una vera e propria dipendenza annessa delle sue varie fasi: craving; sintomi d’astinenza; compulsivita.

Le sperimentazioni avanzate ipotizzano l ‘uso di un rilevatore SCR ( frequenza cardiaca, conduttanza cutanea) che misura cio che avviene nel corpo durante in craving da gioco. Tutto pm) essere applicato sul cellulare da scaricare in un’app che si chiama Gammy.

Mentre il gambler vive il craving, SCR si alza, il cellulare vibra gli arriva una chiamata che lo induce a fare dei test.Rispondendo ai test interrompe il lup del pensiero al gioco ed evita la compulsione. Nel caso in cui non risponde l’operatore telefonico lo raggiunge chiedendogli cosa sta succedendo.

Scale di valutazione:

PG-CGI PG-YBOC

G-SAS

Gioco d’azzardo e comorbilita

I farmaci utilizzati per l’ acting delle dipendenze, nella maggior parte dei casi sono off-label.

Vista che gli aspetti sono multifattoriali:

–   vulnerabilità

–   perdita del coniuge

–   isolamento sociale

–   confusione dei ruoli

–   difficolta finanziarie

–   malattia cronica

nei gambler la comorbilita e molto forte.

Vi sono infatti elevati indici epidemilogici:

–     bipolarismo

–   droghe/alcol

ansia/disturbi di personalita

–   depressione/suicidi

–   violenza familiare

C’è un’incidenza  che va dal 10 al 33 % tra alcol e gioco patologico.

Le sottotipizzazioni :

–    di stress psicologico alcol dipendenti

–   comorbilita (ansia 40% depressione 75%, fobie 38%, doc 28%, antisociale

12%)

altre dipendenze (shopping compulsivo, sex addiction)

Gap e nuove tecnologie

I nativi  digitali  e i cinquantenni   adeguati  con le nuove tecnologie  sono stati censiti per provincia  in merito  al gap solo fino al 2012, peril  resto i dati sono poco disponibili,  provinciali  e solitamente  a pagamento  (book   100 euro piu iva).

Dalle poche  informazioni   si evince  che i costi riguardano  il monopolio  per 8 miliardi  di euro e la filiera per 10 miliardi  di euro.

Gli approcci  alla prevenzione   riguardano  le campagne  del gioco responsabile   o

della chiusura sale.

A livello  clinico  si sta studiando  l’ exposoma,  ovvero  la possibilita  che si sia resa ereditaria  la funzione  del genoma,

Mentre  noi facciamo  l’ equipe  basandoci  sulle logiche  sequenziali  i ragazzi  sono analogici  e comunicano  in un altro modo  quindi e necessario:

–     usare  il care provides

–     avere operazioni  snelle

–    I’interpretabilità del sistema

–    implementare la riqualificazione ed avere un sistema  di leadership

–    usare  la cure demand  (soddisfazione,   no attese, comprensione   dei bisogni).

Presa  in carico e trattamento  del paziente  gambler

Cos’e  il GAP?

E’ una via d’uscita di fronte ad una situazione  di malessere.  Una modalita  che fa star meglio  ( aspettative/   soluzione  magical  cambiamento/  fantasia).

Così il disagio  troverebbe  la soluzione.

E importante   la presa in carico gia dal primo incontro  che deve essere  avvincente  e non un aggancio  svogliato.

Alta cosa  :  la filiera  ( il cambiamento   deve essere  di tutto il contesto  del soggetto)  ed

un continua  interscambio   tra dipendenza  e comorbilita,

L ‘importante   e la relazione  con la presa  in carico nella “cura”  del sistema  economico/

relazionale/  clinico.

E’ importante:

VALUTAZIONE   CLINICA

1) come ii paziente  presenta  il problema

2)1 ‘area  del se

3)la dimensione  dell’altro

4)rapporto  con il clinico

1) Rappresentazione del problema:

–     razionalizza

-è  frettoloso

–     minimizza

–    nega

–    ha fantasie di riscatto

2) Area del se:

–   fa discorsi episodici

–     utilizza poche emozione ed e in autentico

–     ha difficoltà a riflettere

si riferisce al gioco come al focus

3) La dimensione dell’altro

–    viene con i familiari che parlano per lui

–    i familiari vengono da soli

–    è dipendente affettivamente dagli altri

–    protesta contro l’altro

4) Rapporto con il clinico

–    nega il problema

–    aspettativa magica

–    sfida narcisistica

In sintesi il Gap necessita di una solida relazione di aiuto che comprenda come il fenomeno sia un sintomo identitario che regola umore ed affetti ausiliario al se e strumentale rispetto ad altri.

Commenti

commenti