Ultime Notizie

IL NATALE…. CAUSA DI DEPRESSIONE E ANSIA- DOTT.SSA ALESSANDRA IMPRESCIA

1

Redazione- Il Natale è per tutti fonte di grande investimento emotivo. Se per qualcuno gli addobbi natalizi,le luminarie, le preparazioni di prelibatezze coinvolgono e aiutano a entrare in un clima di condivisione e rilassatezza, per altri possono essere causa di ansia e agitazione. Può sembrare strano, ma il periodo pre e post- natalizio può essere fonte di pesanti disagi soprattutto per quelle persone che investono emotivamente molto sul Natale. Molte volte le corse sfrenate ai doni per amici e parenti creano il problema di fare “bella figura” ,in particolar modo con quei parenti che si incontrano soltanto per le feste e dai quali non si vogliono ricevere critiche .Così come accade per le strenne natalizie, con la scusa che il Natale viene una volta all’anno, ci si sfoga nell’acquisto e nel consumo più del necessario di pietanze e di dolciumi vari. I sintomi più frequenti riguardano l’acutizzarsi di sentimenti come la malinconia, la tristezza, l’inappetenza e disturbi connessi alla qualità e alla quantità del sonno. Tutto ciò può originare comportamenti compulsivi e attacchi d’ansia senza che ne abbiamo piena consapevolezza .Le persone più predisposte a questi disagi sono coloro che stanno già attraversando momenti negativi dal punto di vista professionale, affettivo, o personale o per quelle persone che vivono in una condizione di solitudine .Solitamente la “Depressione Natalizia” è circoscritta a tale periodo e svanisce  con la ripresa delle abitudini di tutti i giorni. Una tecnica per affrontare questo periodo potrebbe essere quella di dedicare maggiore priorità a se stessi e ai propri spazi ed interessi, proprio perché questo periodo dovrebbe donare a tutti ,sul serio, un pò di felicità e di armonia .Quindi i regali è meglio farli se si avverte davvero il desiderio . Anche un piccolo pensiero ben curato sarà di certo più apprezzato meglio di un oggetto donato senza sentimento. E’ importante tornare sul valore di queste festività come una riunione fondata sull’affetto e sull’amicizia e non

con l’idea di un bisogno,  di cercare qualcosa che manca compulsivamente.

Commenti

commenti

1 Commento
  1. Angelica dice

    Che bello questo articolo!
    Hai descritto benissimo uno stato d’animo comune a molti.