Ultime Notizie

” PER AMORE DI ARICE “, L’ULTIMA AVVINCENTE POESIA DI MATHIAS BURATTO

7

Questa poesia si ispira alla triste leggenda di Ebengardo e Arice, due giovani sposi che vivevano nel castello di Sirmione. Durante una notte in cui pioggia e vento imperavano sull’orizzonte, i due aprirono le porte del castello per dare ospitalità a un nobile cavaliere. Fin da subito l’uomo sentì dipanarsi in sé un ferace empito per la bellissima Arice, e durante la notte s’introdusse, furtivo, nelle sue stanze con intenti nefari. Le grida della giovane destarono Ebengardo che accorse in suo aiuto, purtroppo però giunse tardi: il cavaliere, respinto dalla dama, l’aveva poi trafitta con il proprio pugnale. Deciso a vendicarla, Ebengardo lo affrontò uccidendolo con la stessa lama che gli aveva rubato l’amore di Arice, ma la vendetta non fu sufficiente per chetare il dolore. Rimasto solo nel castello, Ebengardo si lasciò morire aspettando che il tempo consumasse il suo corpo; tuttavia, nemmeno la morte riuscì a porre fine alle sue sofferenze.

Ancora oggi si narra che l’anima di Ebengardo vaga tra le mura del castello in cerca dell’amata.

Per amore di Arice

Là,

Ove le acque si tingono di cristallo,

E la rocca rifulge nel baglior antico,

Per fola d’amore,

Erra,

Indomo,

Il cavaliere.

Tra cinta e mura,

E lacrime e pianto,

Nello stigio spazio d’un lamento,

S’aggira,

Inquieto,

In una notte mai finita.

Nobile al mortal aspetto,

Regio nel cuore,

In spoglia scura lo spirito s’adorna,

E per compianto e lutto,

Nell’occaso si asconde.

Un’anima che anela l’eterno,

Ma defunge al ricordo,

Si protende,

Poi,

D’inerzia alla vita,

E nella voce d’un rimpianto,

Egra,

S’allontana.

Commenti

commenti

7 Commenti
  1. Paola dice

    Un grande poeta. Una poesia meravigliosa con parole che arrivano dirette al cuore donando tante emozioni. Grazie per averci raccontato questa leggenda che personalmente non conoscevo.

  2. Federica dice

    Che dire… ogni volta una sorpresa , un’ emozione e una commozione per completare il tutto. Semplicemente perfetto! Bravissimo

  3. luisa dice

    Anche questa poesia è meravigliosa. Una leggenda mai sentita resa immortale da parole bellissime e piene di sentimento. Delle immagini vivide che restano nel cuore

  4. Annalisa dice

    Una delle poesie più belle che abbia mai letto… sono senza parole. davvero!

  5. ilaria dice

    Sono stata solo una volta a Sirmione… e non avevo idea che ci fosse una leggenda così triste e resa bellissima dalla tua poesia. Triste come deve essere, romantica al punto giusto, abbastanza difficile che ricorda il modo di scrivere di quel tempo. Mi sorprende come riesce a cambiare registro passi da quello poetico antico a uno più moderno fino a quello (completamente diverso) dei romanzi. Poi vai dalle poesie brevi e coincise a quelle lunghe, quasi delle odi, e lo fai riuscendo sempre a raggiungere un livello altissimo…. è come se ci fossero tre o più scrittori in te, ma sei sempre tu non è vero? 🙂

  6. Ilaria dice

    Bella, l’ho appena riletta e mi ha emozionata una seconda volta <3

  7. Sara dice

    Che dire… BELLISSIMA!