LA CONOSCENZA RENDE LIBERI
Ultime Notizie

NICCOLO’ STENONE, DALLA MEDICINA ALLA GEOLOGIA- DI FERDINANDO DI IORIO

577

Il percorso di un uomo di scienza e di fede nel seicento

Redazione- Perché un’opera su Stenone? Perché il danese Niels Stensen(1638-1686), meglio noto come Stenone, fu medico, anatomista, naturalista, geologo, vescovo nel secolo della rivoluzione scientifica, Il Seicento, tragicamente inaugurato dal rogo di Giordano Bruno in Campo dé Fiori. Secolo denso di contraddizioni, che segna una profonda frattura tra scienza e fede, in cui Stenone si muove come scienziato moderno, poliedrico e appassionato, europeista ante litteram, “pellegrino del mondo”. Noto in medicina per la scoperta del dotto parotideo detto “di Stenone”, è anche il padre della geologia e della stratigrafia moderna. L’opera si delinea come raccolta di saggi che scandisce biograficamente e cronologicamente gli interessi di Stenone, dagli studi di medicina, alle ricerche anatomiche, a quelle naturalistiche e geologiche, per concludere dal punto di vista storico e soprattutto da quello spirituale con l’approfondimento della conversione di Stenone. Il Fil Rouge tra i diversi momenti della vita di questo grande scienziato è quello della passione per la bellezza della natura in tutte le sue forme, dalla vita umana a quella minerale, fino alla vita spirituale. Un’opera corale per raccontare, soprattutto ai giovani, un modello esemplare di scienziato moderno.

Ferdinando Di Iorio, medico-chirurgo e laureato in Filosofia, specializzato in Igiene Mentale e in Statistica e Ricerca Sociale, è attualmente professore di Storia della Medicina nell’Università degli Studi dell’Aquila dopo essere stato per oltre un quarantennio professore di Statistica Medica, Metodologia Epidemiologia Clinica e di igiene e Medicina Preventiva Presso la stessa Università dell’Aquila è stato Direttore del Dipartimento di Biometria(1986-1988),Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia(1988-1994 e 2001-2004) e Magnifico Rettore(2004-2013),Presidente della Società Scientifica di Statistica Medica e Epidemiologica dal 1987 al 1994. Membro del Consiglio Universitario Nazionale(CUN) dal 1975 al 1992. Membro del Consiglio Superiore di Sanità dal 1991 al 1999. Senatore della Repubblica Italiana per la XII e XIII legislatura. Presidente della Conferenza Nazionale delle Federazioni Universitarie dal 2005 al 2016. Autore di 11 libri e di oltre 400 articoli scientifici pubblicati su riviste italiane e straniere. Vincitore di 3 premi internazionali per la ricerca scientifica in

campo medico.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.