LA CONOSCENZA RENDE LIBERI
Ultime Notizie

LA FEDE BAHA”I-DI SIMONA STIRPE

1.273

Redazione-La Fede Bahá’í è la più giovane fra le religioni indipendenti del mondo. Il suo fondatore, Bahá’u’lláh (1817-1892) è considerato dai bahá’í il più recente nella successione di Messaggeri di Dio che trova la sua origine molto prima dei tempi storici e che include Abramo, Mosè, Budda, Krishna, Zoroastro, Cristo e Muhammad.

Il tema centrale del messaggio di Bahá’u’lláh è che l’umanità è una sola razza essendo venuto il giorno della sua unificazione in una società globale. Dio, dice Bahá’u’lláh, ha messo in movimento forze storiche che stanno sopprimendo le tradizionali barriere di razza, classe, credo e nazione e che creeranno nel tempo una civiltà universale. La sfida principale che contrasta le genti del mondo è di accettare il fatto della loro unicità e di sostenere il processo di unificazione.

Uno degli scopi della Fede Bahá’í è di fare in modo che questo sia possibile. Una comunità mondiale di circa cinque milioni di bahá’í, rappresentativa della maggior parte delle nazioni, razze e culture della terra, sta lavorando per dare agli insegnamenti di Bahá’u’lláh effetti pratici. La sua esperienza sarà fonte di incoraggiamento per tutti coloro che condividono la visione dell’umanità come una famiglia globale e della terra come la sua casa.

La Fede Bahá’í è la più giovane fra le religioni indipendenti del mondo. Il suo fondatore, Bahá’u’lláh (1817-1892) è considerato dai bahá’í il più recente nella successione di Messaggeri di Dio che trova la sua origine molto prima dei tempi storici e che include Abramo, Mosè, Budda, Krishna, Zoroastro, Cristo e Muhammad.

Il tema centrale del messaggio di Bahá’u’lláh è che l’umanità è una sola razza essendo venuto il giorno della sua unificazione in una società globale. Dio, dice Bahá’u’lláh, ha messo in movimento forze storiche che stanno sopprimendo le tradizionali barriere di razza, classe, credo e nazione e che creeranno nel tempo una civiltà universale. La sfida principale che contrasta le genti del mondo è di accettare il fatto della loro unicità e di sostenere il processo di unificazione.

Uno degli scopi della Fede Bahá’í è di fare in modo che questo sia possibile. Una comunità mondiale di circa cinque milioni di bahá’í, rappresentativa della maggior parte delle nazioni, razze e culture della terra, sta lavorando per dare agli insegnamenti di Bahá’u’lláh effetti pratici. La sua esperienza sarà fonte di incoraggiamento per tutti coloro che condividono la visione dell’umanità come una famiglia globale e della terra come la sua casa.

Bahá’u’lláh ha insegnato che c’è un solo Dio, le cui consecutive rivelazioni della Sua volontà all’umanità sono state le principali forze civilizzatrici della storia. Gli agenti di questo processo sono stati i Messaggeri Divini che le persone hanno ritenuto essenzialmente fondatori di sistemi religiosi separati, ma il cui scopo comune è stato di condurre la razza umana alla maturità spirituale e morale.

L’umanità adesso sta maturando. E’ questo che rende possibile l’unificazione della famiglia umana e la costruzione di una società globale e pacifica.

Tra i principi promossi dalla Fede Bahá’í e ritenuti vitali per il conseguimento di questa meta troviamo:

  • L’abbandono di ogni forma di pregiudizio
  • Pari opportunità dei sessi
  • Riconoscimento dell’unità e della relatività della verità religiosa
  • Eliminazione degli estremi di ricchezza e povertà
  • Istruzione universale
  • Responsabilità di ogni individuo di cercare la verità in maniera indipendente
  • Riconoscere che la vera religione è in armonia con la ragione e il perseguimento della conoscenza scientifica
  • Lo stabilirsi di un sistema federativo mondiale basato sulla sicurezza collettiva e l’unicità del genere umano.

 

«Questo è il Giorno in cui i più eccellenti favori di Dio sono stati profusi sugli uomini,
il Giorno in cui la Sua più potente grazia è stata infusa in tutte le cose create.
»

 

Gli insegnamenti

Bahá’u’lláh ha insegnato che c’è un solo Dio, le cui consecutive rivelazioni della Sua volontà all’umanità sono state le principali forze civilizzatrici della storia. Gli agenti di questo processo sono stati i Messaggeri Divini che le persone hanno ritenuto essenzialmente fondatori di sistemi religiosi separati, ma il cui scopo comune è stato di condurre la razza umana alla maturità spirituale e morale.

L’umanità adesso sta maturando. E’ questo che rende possibile l’unificazione della famiglia umana e la costruzione di una società globale e pacifica. Tra i principi promossi dalla Fede Bahá’í e ritenuti vitali per il conseguimento di questa meta troviamo:

  • L’abbandono di ogni forma di pregiudizio
  • Pari opportunità dei sessi
  • Riconoscimento dell’unità e della relatività della verità religiosa
  • Eliminazione degli estremi di ricchezza e povertà
  • Istruzione universale
  • Responsabilità di ogni individuo di cercare la verità in maniera indipendente
  • Riconoscere che la vera religione è in armonia con la ragione e il perseguimento della conoscenza scientifica
  • Lo stabilirsi di un sistema federativo mondiale basato sulla sicurezza collettiva e l’unicità del genere umano.

Bahá’u’lláh presenta una visione della vita che insiste su una fondamentale ridefinizione di tutte le relazioni umane – fra gli stessi esseri umani, tra gli esseri umani ed il mondo della natura, tra l’individuo e la società e tra i membri della società e le sue istituzioni. Ognuna di queste relazioni deve ripristinarsi alla luce della comprensione sempre maggiore da parte dell’umanità della volontà e dello scopo di Dio.

Bahá’u’lláh enuncia nuove leggi e concetti in modo che la consapevolezza umana possa liberarsi da modelli di risposta stabiliti dalla tradizione, in modo da poter erigere le fondamenta di una civiltà globale. “In questa epoca, Bahá’u’lláh dichiara, si fa strada una nuova vita fra tutte le genti della  terra.”

La Sua visione dell’unicità del genere umano non implica solo l’approfondimento della solidarietà umana, la salvaguardia dei diritti umani o la realizzazione di una pace durevole, ma piuttosto “un cambiamento organico nella struttura della società odierna, un cambiamento tale che il mondo mai ha sperimentato. Le Sue prescrizioni per la riforma morale della natura umana sono uniche nel loro approccio e universali nella loro applicazione.

In un momento in cui la civiltà ha perso contatto con gli imprescindibili ormeggi etici e spirituali che ancorano le relazioni umane, gli insegnamenti di Bahá’u’lláh ricollegano l’anima individuale al mondo del sacro e diffondono nuova luce sul destino collettivo dell’umanità. Nel contemplare quelle aspirazioni fondamentali che inclinano ogni essere umano verso la trascendenza, Bahá’u’lláh afferma che un Creatore amorevole ha modellato l’universo con “l’argilla dell’ amore” e riposto in ogni cuore “l’essenza”  della “luce” e della “bellezza” divina.

L’umanità, dice, è giunta all’alba della maturità, quando la sua “innata eccellenza” e le sue capacità creative latenti possano trovare infine completa espressione. La Sua Rivelazione ha “alitato nuova vita in ogni forma umana e istillato nuova potenza in ogni parola. Tutto il creato proclama i segni di questa rigenerazione mondiale.”
Ripetutamente enfatizzato in tutti gli Scritti di Bahá’u’lláh, lo scopo principe di Dio nel rivelare la Sua volontà tramite le Sue Manifestazioni, è quello di realizzare una trasformazione nella vita spirituale e materiale della società umana:

“……scopo di ogni rivelazione non è compiere una trasformazione radicale nell’intero carattere dell’umanità, trasformazione che si manifesti esteriormente e interiormente, che influenzi la vita interiore e le condizioni esteriori? Poiché, se il carattere dell’umanità non dovesse cambiare, l’inutilità delle Manifestazioni universali di Dio apparirebbe evidente.”

 
Bahá’u’lláh, come Abramo, Budda, Cristo, Muhammad e gli altri Messaggeri Divini che Lo hanno preceduto, ha toccato le radici più profonde della motivazione umana ponendo nuovi livelli di traguardi morali, intellettuali e culturali. “Ti ho creato nobile”, afferma l’assicurazione divina,“Assurgi dunque a ciò per cui fosti creato.”

 

 

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.