LA CONOSCENZA RENDE LIBERI
Ultime Notizie

Il BENESSERE PSICOLOGICO: LA SALUTE A 360 GRADI

239

Redazione-Per ognuno di noi il benessere rappresenta qualche cosa di diverso, quello che ci accomuna è considerare mente e corpo come un tutt’uno, di modo che il benesere possa essere raggiunto non ad un solo livello, ma sia psicologicamente che fidicamente.

“Ci sentiamo bene”: cosa intendiamo con questa affermazione?

La risposta sta nei molti fattori che influenzano lo stato di benessere: biologici, di sviluppo, culturali e di natura storica, per cui risulta essere un processo complesso che dipende da tutte queste variabili.

Uno stato di benessere è pensabile nel momento in cui il benessere corporeo è accompagnato dalla salute psichica e viceversa.

Ogni persona percepisce in modo diverso il proprio stato di benessere, a seconda della propria scala di bisogni: per alcuni può essere dato dallo status economico, per altri dal godere di buona salute, o dal formare una famiglia, dal completare con successo gli studi e così via. Quello che accomuna una persona a un’altra in tale processo, è la continua ricerca di sensazioni che lo fanno stare bene e lo appagano.

In letteratura il termine benessere viene spesso accompagnato a quello di felicità, ma non è del tutto corretto poiché il benessere psicologico è un insieme di valutazioni cognitive e di sentimenti positivi e negativi (Adrews e Withey,1976), mentre la felicità consiste in un’esperienza globale di benessere, in un temporaneo momento di gioia o alla presenza di emozioni positive, a come una persona giudica la qualità della propria vita nella sua globalità utilizzando due componenti: quella cognitiva e quella affettiva (Veenhoven,1984).

Parlando di felicità, ci sono varie ricerche a riguardo, una delle quali ha dimostrato che le realizzazioni individuali, come lo studio o la scuola, concentrano la maggior parte degli sforzi di una persona ma ciò che rende felici o meno sono le esperienze con gli altri, gli eventi sociali e l’appartenenza a un gruppo.

Un recente studio ha evidenziato quali sono i fattori che permettono di vivere meglio:

l’autonomia

la capacità di fare bene il proprio lavoro

la vicinanza emotiva

l’autostima

Possiamo concludere con un accenno a quali sono le caratteristiche che potrebbero contribuire allo stato di benessere:

ridimensionare le aspettative

essere orientati sul presente

tenersi occupati

pianificare le cose ed organizzarsi

eliminare i sentimenti negativi

essere se stessi

sviluppare una personalità socievole

In un’ottica di benessere psicofisico ogni persona dovrebbe, comunque, promuovere e attuare un’integrazione tra i vari aspetti della

propria vita.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.